Auguri a tutte le mamme geniali!

Frigorifero, lavastoviglie, frullatore: idee date alla luce da donne, pioniere nell’elettrodomestica.

Lillian Gilbreth, nei primi anni dello scorso secolo, è stata la prima donna a entrare nella National Academy of Engineering, ovvero la prestigiosa accademia nazionale di ingegneria degli Stati Uniti d’America. Madre di ben 12 figli, trova tempo e modo di dedicarsi agli studi che l’hanno portata alla creazione di diverse invenzioni, che le fanno guadagnare il soprannome di Lady Of Engineering. Tra queste troviamo il frullatore elettrico, prototipo dei robot moderni con cui prepariamo i nostri smoothie!
Nei registri dei brevetti degli Stati Uniti, nel 1914, spicca la domanda presentata da Florence Parpart. Giovane fidanzata di un elettricista, tanto attenta e appassionata al lavoro del suo uomo, da avere l’idea che poi avrebbe dato l’addio alle vecchie ghiacciaie. Dalla collaborazione della coppia nacque il primo prototipo del frigorifero che apriamo ogni giorno.
Josephine Garis Cochrane nel 1886 brevetta la prima lavastoviglie costituita da un sistema di pompe azionato manualmente. Dopo circa sette anni di prove e miglioramenti, la macchina viene esposta al World’s Columbian Exposition di Chicago, ottenendo un successo tale da indurre l’inventrice ad aprire la sua fabbrica, la Garis-Cochran Dish-Washing Machine Company, acquisita poi dalla Whirlpool Corporation.

Se le mamme 2.0 hanno più tempo e fanno meno fatica delle loro nonne, devono tanto a loro!
Auguri a tutte le mamme… tutte geniali, ognuna a modo proprio!