Il mercato delle e-Bike e la crisi energetica: una grande opportunità?

L’aumento dei prezzi dell’energia sta già portando cambiamenti drastici nelle nostre vite, partendo proprio dalla difficoltà (e dai costi) della mobilità urbana con auto e moto.
In questo settore, però, c’è qualcuno che sorride: i produttori di e-bike, ovvero le biciclette elettriche.
Grazie ai motori sempre più efficienti e alle batterie con lunghe durate, adesso è possibile utilizzare la bici anche in zone collinari o in città ardue da affrontare su due ruote non motorizzate. Tutto senza spese assicurative e con costi elettrici minimi, se confrontati con uno scooter elettrico.

Cresce il mercato delle e-bike

Insomma, se il mercato delle e-bike era già in fortissima crescita negli ultimi anni (nel 2020 le vendite sono aumentate del 44% rispetto all’anno passato), a partire dalla fine di febbraio è arrivato un nuovo boom di richieste che probabilmente non vedrà un arresto in breve tempo, ora che si avvicinano le belle giornate.
Le grandi città italiane, dal canto loro, si stanno attrezzando con sempre nuovi servizi di bike sharing e corsie riservate ai velocipedi.
Questa crisi dell’energia si sta trasformando in una grande occasione per l’evoluzione della mobilità urbana?