Festività 2020-2021: diverse e diversamente illuminate

Impossibile viaggiare come gli altri anni, ma godersi le immagini delle decorazioni natalizie più belle del mondo si può, comodamente da casa.
Seppur con spirito necessariamente meno gioioso e adottando tutte le misure idonee ad evitare pericolosi affollamenti, le città non hanno rinunciato ad illuminarsi e, per farlo, in molte hanno scelto la via della sostenibilità.
Voliamo lontano, a Tokio, nella zona di Marunouchi, dove, sugli alberi del corso principale (Naka Dori), oltre un milione di lampadine, pur mantenendo il colore caldo dell’oro, come tradizione vuole, sono però state convertite in modelli ecologici LED.
Avviciniamoci al territorio europeo. Ad Amsterdam il festival delle luminarie natalizie che si svolge annualmente nel quartiere Plantage-weesperbuurt, dedica l’edizione 2020 all’ambiente: “When nature calls” è il titolo del percorso luminoso arricchito da contenuti informativi a tema (luce, natura, città), fruibili grazie ad un sistema interattivo accessibile dai visitatori tramite smartphone.
Impossibile non andare, anche se solo virtualmente, a New York.
Qui troviamo l’albero iconico del Rockfeller Center: oltre 20 metri decorati da 45 mila luci, accese durante una diretta in onda sulla NBC, in modo da rendere lo spettacolo visibile da casa. Al termine del periodo natalizio l’abete verrà donato all’associazione no-profit Habitat for Humanity che ne utilizzerà il legno per contribuire alla costruzione di case per i bisognosi: un esempio di smaltimento intelligente, un buon auspicio per il prossimo 2021!