Manutenzione caldaia: quando farla.

Quando l’inverno è ormai arrivato ed il freddo inizia a farsi sentire fin dentro le ossa, diventa indispensabile accendere i riscaldamenti all’interno delle abitazioni.

Tuttavia per assicurarti che le fonti di calore svolgano il loro corretto funzionamento, dovresti fare attenzione e prestare la giusta manutenzione alla caldaia.

La cura degli impianti di riscaldamento è fondamentale, sia per assicurarti il caldo in casa sia per consumare meno e non incappare in sanzioni.

Manutenzione obbligatoria caldaia: quando si fa la manutenzione caldaia?

Quando fare la manutenzione della caldaia? Ma soprattutto è obbligatorio farla?

La revisione della caldaia è obbligatoria per legge e deve essere effettuata entro un determinato periodo di tempo in base alla tipologia di caldaia.

L’obbligo principale è rappresentato da un controllo periodico per la manutenzione caldaia, con intervalli che variano a seconda della tipologia di impianto.

La seguente tabella ti mostrerà la periodicità dei controlli obbligatori per la manutenzione che varia a seconda del modello di caldaia di cui si è in possesso:

Frequenza dei controlli obbligatori Potenza caldaia Posizionamento Età dell’impianto
Ogni 4 anni Fino a 35 kw Esterno all’abitazione (interno solo se dotata di camera stagna) Installata da meno di 8 anni
Ogni 2 anni Da 35 kw a 100 kw Interno all’abitazione Installata da più di 8 anni
Ogni anno Più di 100 kw e per tutte le caldaie a gas Sia interno che esterno A partire dal 1° anno
  • Ogni 4 anni per le caldaie con potenza inferiore a 35 kw, che hanno meno di 8 anni e sono posizionate all’esterno o sono dotate di camera stagna
  • Ogni 2 anni per le caldaie che sono state installate da più di 8 anni e che sono posizionate all’interno dell’abitazione
  • Ogni anno per le caldaie con potenza superiore a 100 kw o che non sono alimentate a gas e per gli impianti di riscaldamento centralizzati a livello condominiale

Manutenzione caldaia ordinaria e straordinaria

Prima di fornirti alcuni consigli utili per fare la manutenzione della caldaia è opportuno che tu sappia qual è la differenza tra la manutenzione caldaia ordinaria e quella straordinaria.

Perché è importante saperlo?

Perchè la manutenzione ordinaria della nostra caldaia, a differenza di quella straordinaria, potrà essere svolta senza l’ausilio di un tecnico, senza mai dimenticare che la revisione di un esperto è obbligatoria.

Qual è la differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria della caldaia?

La manutenzione ordinaria riguarda i controlli periodici dell’impianto finalizzati a garantirne la sicurezza.

Solitamente durante questi interventi si controllano le parti della caldaia più soggette ad usura:

  • verifica dell’idoneità dell’impianto
  • controllo dei prodotti della combustione e prove di tiraggio
  • controllo della pulizia e taratura del bruciatore
  • verifica dei dispositivi di sicurezza acqua, gas e fumi

Che cosa si intende, invece, per manutenzione straordinaria della caldaia?

La manutenzione straordinaria della caldaia riguarda tutti gli interventi che non sono prevedibili e programmabili.

La manutenzione straordinaria è utile per tutte quelle riparazioni che necessitano di ricambi originali e certificazioni di conformità dell’impianto.

In questo caso, è fondamentale chiamare un professionista che valuti il problema e riporti l’impianto a corretto funzionamento.

Come fare la manutenzione della caldaia

Le normative che regolano la manutenzione della caldaia sono piuttosto severe e prevedono l’affidamento dei lavori ad un tecnico specializzato.

Una manutenzione della caldaia effettuata da mani inesperte potrebbe risultare molto pericolosa, non solo perché si rischia di rovinare l’impianto, ma soprattutto perché in caso di malfunzionamento della caldaia, le conseguenze a carico degli ospiti della casa risulterebbero molto gravi.

Manutenzione caldaia: consigli utili

Tuttavia, posso mostrarti alcuni piccoli accorgimenti per far sì che il tuo impianto di riscaldamento risulti ben tenuto.

Questo non solo ti consentirà di risparmiare sui consumi perché più efficiente, ma anche di limitare il continuo ricorso ad un tecnico specializzato, ove non sia strettamente necessario.

1.Manutenzione caldaia: pressione dell’acqua

La pressione dell’acqua che scorre nel vostro impianto di riscaldamento può avere diversi effetti sul funzionamento della caldaia. Controllare la pressione è importante e molto spesso è un dettaglio che viene trascurato.

2.Manutenzione caldaia: calcare

Per una giusta manutenzione della caldaia è opportuno evitare che il calcare e le impurità possano bloccare la pompa.

3. Manutenzione caldaia, la temperatura

Se hai un termostato dai un’occhiata a quanto costa e come eseguire il montaggio delle valvole termostatiche. Mentre chi non è provvisto di termostato può valutare questa spesa che potrebbe farti risparmiare sul riscaldamento fino al 30%.

4. Manutenzione caldaia: controllo valvole

Le valvole di chiusura e apertura delle varie tubazioni dovrebbero essere azionate periodicamente anche senza un particolare motivo, questo per evitare la comparsa di incrostazioni, strati ossidativi e altre impurità interne.

Manutenzione caldaia a condensazione

L’utilizzo della caldaia a condensazione porta con sé diversi vantaggi che si possono riassumere in costi ridotti di gestione, affidabilità e basse emissioni inquinanti.

Vantaggi che, però, si ottengono solo se non viene trascurata la manutenzione dell’impianto: un impianto mal gestito e regolato consumerà sempre più del necessario, anche con caldaie a condensazione.

La manutenzione della caldaia a condensazione va fatta almeno una volta l’anno. Ogni due anni invece la verifica del rendimento di combustione con l’analisi dei fumi.

Per effettuare in modo più semplice una corretta manutenzione della caldaia a condensazione è utile stipulare un contratto di manutenzione preventiva e programmata, che metta al riparo da possibili dimenticanze (sarà l’impresa ad avvisarvi quando è il momento).

Le offerte gas che includono il servizio di manutenzione caldaia

Alcuni fornitori includono nelle proprie offerte gas il servizio di manutenzione e revisione della caldaia, garantendo oltre al risparmio anche vantaggi significativi, tra i quali:

  • maggior tranquillità sulla sicurezza del proprio impianto che viene garantita dalla rete di tecnici qualificati del proprio fornitore
  • pagamento del servizio dilazionato in bolletta in piccole rate
  • nessuno rischio di dimenticarsi gli appuntamenti, perché lì ricorderà il nostro fornitore per noi, rispettando le scadenze previste per le comunicazioni al Catasto degli Impianti Termici.

Quanto costa la manutenzione della caldaia?

La spesa media per la revisione e manutenzione della caldaia si aggira intorno ai 70-80 euro.

Il costo è ovviamente indicativo, poiché la spesa può cambiare in base alla Regione e in funzione della ditta specializzata a cui ci si rivolge. Il nostro consiglio è quello di richiedere diversi preventivi, per confrontare e scegliere il più economico.

Cosa succede in mancata revisione della caldaia?

La revisione della caldaia è obbligatoria e se non effettuata come da normativa si può incorrere in una multa che va da 500 euro fino ad un massimo di 3000 euro.

A chi spetta la manutenzione della caldaia: inquilino o proprietario?

È bene fare chiarezza su questo aspetto:

La manutenzione della caldaia è a carico del conduttore, cioè dell’inquilino in affitto, anche le piccole spese di manutenzione, esempio piccole riparazioni dovute all’utilizzo. Come indicato nell’articolo 1576 del Codice Civile, infatti, le riparazioni di piccola manutenzione che sono a carico dell’inquilino sono quelle dipendenti da deterioramenti prodotti dall’utilizzo, e non dipendenti da vetustà o da caso fortuito.

Spettano al locatore (cioè al proprietario) anche le spese di sostituzione di parti della caldaia nel caso in cui la rottura sia dovuta a vetustà o caso fortuito.

Revisione caldaia e risparmio energetico: perché è importante la manutenzione?

Effettuare la giusta manutenzione della caldaia può offrirti una serie di vantaggi. Scopriamo insieme quali:

  • Più sicurezza in casa e meno guasti imprevisti
  • Maggior efficienza energetica e riduzione dell’inquinamento
  • Risparmio sui consumi e bollette sotto controllo

Gli interventi di manutenzione della caldaia sono controlli necessari perchè oltre a garantire la sicurezza degli ambienti domestici, riducono le emissioni degli inquinanti e favoriscono il risparmio energetico (dunque economico). La manutenzione dell’impianto termico deve essere effettuata regolarmente nel rispetto della normativa vigente.