Tutto quello che devi sapere sulla caldaia a gas a condensazione

La caldaia a condensazione può farti risparmiare fino al 50% rispetto ai modelli più tradizionali. La sua efficienza è uno dei vantaggi più evidenti ed immediati che puoi riscontrare.

Le differenze tra le caldaie a condensazione e quelle tradizionali sono molteplici. Le prime sono tra le più innovative perché riescono a massimizzare il rendimento dell’energia che consumano e garantiscono un risparmio immediato in bolletta.

La differenza tra le caldaie a condensazione e quelle tradizionali sta principalmente nell’efficienza. Le seconde, infatti, disperdono calore (e, quindi, hanno una minore efficenza) perché producono fumi di scarico. Il rendimento di queste caldaie arriva al 90%, quelle a condensazione al 105 perché si recuperano i fumi e si reinveste nell’edificio il loro calore.

Un’altra differenza sostanziale tra le due tipologie di caldaie è il prezzo e l’investimento per l’installazione. Tra i due modelli la differenza di prezzo è compresa in una forbice che va dal 30 al 40%: la caldaia a condensazione costa decisamente di più a fronte di un ritorno sull’investimento molto più alta.

Da non dimenticare, all’atto degli acquisti, di considerare che i nuovi impianti a condensazione (sia nell’acquisto che nell’installazione) vengono inclusi nell’annuale legge di bilancio che contempla incentivi fiscali che arrivano solitamente anche al 65% della cifra investita.

Quando conviene installare quella a condensazione?

Se vuoi scegliere tra una caldaia a condensazione e un modello tradizionale devi tenere in considerazione l’uso che fai della caldaia e il sistema di diffusione del calore che vuoi installare. Non dimenticare di pensare al tipo di ambiente e di superficie da servire (quanto è grande casa tua? Quanto cucini? Quante volte al giorno utilizzi la doccia e i termosifoni?).

La caldaia a condensazione è ideale quando le temperature sono miti e gli ambienti da servire non molto ampi e non frequentatissimi nel corso della giornata.

Controlla che la tua casa sia ben isolata per permettere a questo modello di caldaia di lavorare al meglio. Se possiedi un vecchio radiatore forse la caldaia a condensazione non è la scelta migliore: il sistema di diffusione del calore è fondamentale e se questo non avviene a muro o a pavimento, l’efficienza ne risentirebbe e, a quel punto, anche il tuo investimento economico.

All’inizio dell’articolo ti abbiamo parlato di un risparmio per questo tipo di scelta di modello del 50% in bolletta. Non è una bugia ma una buona stima: se tutto lavora a regime (vedi i limiti precedenti) la caldaia a condensazione può far risparmiare energia dal 15 al 50% nelle sue migliori performance. Se si accoppia questo modello ad altri dispositivi, come i pannelli solari termici, puoi arrivare anche al 65-70%.

Come funziona una caldaia a gas a condensazione?

Una caldaia a condensazione a gas si può recuperare una parte dell’energia sprigionata dai fumi di scarico e riutilizzarla per aumentare l’efficienza energetica dell’abitazione o edificio nel quale viene utilizzato il dispositivo.

La caldaia a condensazione ha un’efficienza molto alta rispetto ad altri modelli e garantisce un grande risparmio energetico e, di conseguenza, economico. La tua bolletta della luce sarà molto più leggera. Le caldaie a condensazione a gas possono essere a muro o a basamento e si dividono in bassa ed alta potenza (più o meno 35 kW).

L’acqua viene scaldata grazie al calore della combustione. I gas di scarico che vengono sprigionati dalla combustione sono sfruttati da questo modello innovativo che intercetta il calore del gas e lo imette nel circuito di riscaldamento.

Il vapore acqueo condensa e si ottiene energia da poter utilizzare in casa e che, di fatto, viene utilizzata per riscaldare l’acqua fredda fino ad ottenere il calore necessario.

Quando installi una caldaia a condensazione non dimenticare che deve essere integrata con la canna fumaria, quindi attenzione nella fase di installazione della stessa.

Quanto costa l’installazione di una caldaia a condensazione?

Il prezzo dell’installazione di una caldaia a condensazione varia tra i 500 e i 2000 euro. La forbice di prezzo è dovuta, ovviamente, al modello che si intende installare.

Le spese l’installazione di una caldaia a compensazione comprendono l’installazione e gli interventi necessari, il rilascio obbligatorio della certificazione di conformità. Quello che può far oscillare i prezzi sono la realizzazione della canna fumaria, il tubo dello scarico della condensa, l’installazione delle valvole termostatiche, la sostituzione e lo smaltimento del vecchio impianto.

Il costo di una caldaia a condensazione oscilla tra i 500 e i 1000 euro. Ovviamente, dipende da marca, modello e accessori.

Quali sono le migliori marche di caldaie a condensazione?

Esistono dei modelli che possiamo consigliarti in base all’efficenza energetica, capacità di riscaldamento e competitività sul mercato. Tra le migliori marche che garantiscono un buon rapporto prezzo-qualità ci sono Valiant, Ariston e Bosch. Anche le italianissime Ferroli e Beretta investono tantissimo in potenza termica e produzione di acqua calda. Non dimentichiamo anche la Baxi, davvero conveniente per prezzo e buon rendimento nel tempo.

Ovviamente, il mercato è pieno di tantissime proposte per le caldaie a condensazione. Ti invitiamo a fare una valutazione serena delle tue esigenze e delle tue aspettative. Sicuramente sceglierai quella giusta!